HOME PAGE MICKY SEPALONE LA BAND LO SPETTACOLO FANS CLUB CONTATTI E-MAIL


AGENDA&NEWS CONCERTI 2017 EVENTI PASSATI VIDEO IMMAGINI

  La band



Per interagire con la band:

      
MICKY SEPALONE, Angela Piaf e la «Canta Napoli Band»
A cavallo fra Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, Renato Carosone fu un geniale riscrittore della canzone classica partenopea, che grazie al suo estro incontrò i "fratelli separati" di New Orleans e del latinoamerica, il Dixie e Tito Puente, il mambo e il chachacha. Serenatelle sciué sciué, canzoni così spensierate da sembrare scritte sulla carta velina, ma entrate nella colonna sonora di più generazioni.

Il trentaduenne vocalist Micky Sepalone, che con l'indimenticabile Renato condivide un sorriso generoso e un corredo di orecchie da vero musicista, risciacqua il repertorio carosonesco nel pop, fornendo ai musicisti della sua Orchestra Carosone tribute-band una strumentazione massicciamente elettronica.

Il concerto di questa ensemble di sette elementi (cui si aggiunge talvolta come special guest Giovanni Imparato, talentuosissimo percussionista di Nino D'Angelo e Renzo Arbore) è un vero e proprio omaggio alla canzone classica napoletana, rappresentata non solo da Carosone, ma da Sergio Bruni con la sua
Rumba degli Scugnizzi, dalla Pizza di Aurelio Fierro, dall'immortale Malafemmena di Totò (il principe De Curtiis è presente in repertorio anche con la meno conosciuta Carmè), dalla Lazzarella del pugliese e cittadino del mondo Domenico Modugno. La canzone regina -ça va sans dire- è Tu vuò fà l'americano, seguita ad un'incollatura da 'O surdato 'nnammurato, una di quelle melodie che trascinano al coro appena le senti.

I ragazzi della tribute-band, giovani e bravi, meritano la citazione singola: sono
Michele D'Urso (batteria), Luigi Pellicano (basso), Luciano Parisano (alla chitarra, anche se in una tribute-band per Carosone il chitarrista dovrebbe obbligatoriamente chiamarsi Giovanni), Giuseppe Fabrizio (pianoforte, tastiere e fisarmonica), Lorenzo Ciuffreda (violino) ed Angela Piaf (voce femminile).

Lui,
Micky, è l'anima vocale e teatrale del gruppo, che ha portato alla notorietà prima in città e poi nei centri della provincia estendendosi via via in un ambito sempre maggiore. Un premio all'impegno e alla passione per Napoli, intesa non tanto come luogo fisico quanto come indelebile memoria mediterranea, narrazione universale e diffusa di emozioni e sentimenti. Una passione consolidatasi attraverso l'incontro con Nino D'Angelo, il grande rivalutato della musica partenopea, che è stato a sua volta impegnato in un'opera di rivisitazione del grandissimo Sergio Bruni.
Stiamo lavorando per l'inserimento di nuovi contenuti.
A breve le foto dei musicisti e altro ancora.
Lo staff del sito si scusa con i visitatori per il momentaneo disagio.